“Il verdetto”: il film di Richard Eyre tratto dal romanzo “La ballata di Adam Henry”

“Il verdetto”: il film di Richard Eyre  tratto dal romanzo “La ballata di Adam Henry”

Emma Thompson in una delle migliori interpretazioni della sua carriera ( The Hollywood Reporter)

 

“Il verdetto”: il film tratto dal capolavoro di Ian Mc Ewan, “The Children Act” 

Care amiche lettrici, cari amici lettori,

non molto tempo fa avevo recensito un libro che mi è piaciuto moltissimo, forse uno dei più belli che abbia letto nel 2018, ovvero “The Children Act” (in italiano “La ballata di Adam Henry”) di Ian Mc Ewan (leggi il post). Oggi vorrei parlarvi del film tratto da questo romanzo, “Il verdetto”, del regista Richard Eyre (“Il discorso del re” e “Philomena”). Sono un pò ritardo rispetto alla distribuzione nelle sale cinematografiche (il lungometraggio è uscito in Italia il 18 ottobre), ma ho voluto leggere prima il libro e quindi “mi sono ridotta” ad andare al cinema negli ultimi giorni a disposizione. Generalmente, se so che un film è la trasposizione cinematografica di un romanzo, cerco di leggere prima il libro, principalmente per un motivo: mentre leggo, mi piace immaginare il luoghi, personaggi, le loro case e il loro aspetto; in un secondo momento, trovo divertente “vedere” nel film ciò su cui ho fantasticato; al contrario, se guardassi prima il film, che offre molti più dettagli visivi, sarei influenzata, nel leggere la storia dalle scene e  volti degli attori e perderei buona parte del “godimento” di  un romanzo, cioè la componente immaginifica.

Prima i romanzi, poi i film 

Premesso ciò, ci tengo a sottolineare che, per quanto mi riguarda, spesso i film tratti dai romanzi, non sono avvincenti quanto i romanzi stessi, oppure, sono film bellissimi, ma non sempre fedeli al testo scritto da cui traggono ispirazione. Nel caso de “Il Verdetto”, invece, sono rimasta piacevolmente sorpresa nel constatare come il regista abbia voluto rispettare, non solo la personalità dei protagonisti, ma anche la poetica generale del racconto, cogliendone a fondo la sua bellezza e la sua complessità.

Il regista rimane fedele alla poetica del racconto e dei personaggi

La storia, riassumendo brevemente il post in cui vi parlo del romanzo, ruota attorno alla vita di Fiona Maye, giudice integerrimo della Sezione Famiglia della Corte Suprema di Londra. In un momento di crisi personale, Fiona si trova a dover affrontare un caso molto complesso: Adam Henry, un giovane minorenne malato di leucemia, rifiuta, in quanto testimone di Geova, le trasfusioni di sangue che potrebbero salvargli la vita. Adam è un giovane sensibile e molto intelligente e tra lui e Fiona si instaura un legame particolare, descritto con grande eleganza e intensità dalla penna di Ian Mc Ewan e ricreato, con altrettanta grazia, da Richard Eyre.

Emma Thompson: un’interpretazione sublime 

Emma Thompson, nel ruolo del giudice Fiona, ci regala un’interpretazione sublime, “una delle migliori della sua carriera” (The Hollywood Reporter). Ho sempre trovato che la Thompson sia una grande professionista, ma sono convinta che con l’età abbia acquisito un fascino incredibile, in grado di rendere unico questo personaggio. Non credo sia facile recitare nel ruolo di una donna forte e determinata che, ad un certo punto della sua vita e della sua carriera, deve fare i conti con scelte complesse e un matrimonio in bilico, ma Emma Thompson lo fa in modo magistrale, con una mimica facciale che la rende credibile in un modo quasi da far venire la pelle d’oca. Nella scena in cui Adam la bacia, ad esempio, è palese il conflitto interiore di Fiona, lo si legge sul volto della Thompson, la quale si riconferma una delle mie attrici preferite. Altrettanto degni di nota sono i due protagonisti maschili, ovvero il bravissimo Stanley Tucci (l’ho adorato in “Shall we dance?”) nel ruolo di Jack, il marito di Fiona, e il giovane attore, Fionn Whitehead, bello e intenso nei panni di Adam Henry.

Un film (e un libro) da non perdere

Il “Verdetto” è un film tratto da un romanzo bellissimo, che ho apprezzato e letto con piacere, realizzato da un ottimo regista e con un cast favoloso. Pertanto, non mi resta che consigliarvi di guardare “Il Verdetto”  (a Bologna è in programmazione presso il Rialto Studio, in questi giorni) e di leggere anche il libro “La ballata di Adam Henry”.

Buona visione e buona lettura, arrivederci al prossimo post

Scheda del film

Vai al trailer del film

Titolo: ”Il verdetto” (originale “The children act”)

Regista: Richard Eyre

Anno: 2017 ( uscita nelle sale italiane: 18 ottobre 2018)

Genere: drammatico

Durata: 105 minuti

Tratto dal romanzo: “The children act” di Ian Mc Ewan

Cast principale: Emma Thompson (Fiona Maye), Stanley Tucci (Jack Maye), Fionn Whitehead (Adam Henry)

Consigliato : sì



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *